D.A.F. de Sade Elogio dell’omicidio

9.90

Incastonato all’interno della quarta parte della Storia di Juliette, quest’Elogio dell’omicidio distilla la quintessenza di tutta la filosofia sadiana.

In cambio delle grazie carnali dell’affascinante e irriverente filosofa Juliette, il papa Pio VI è costretto a una Dissertazione filosofica sull’omicidio. Tema nodale della filosofia sadiana, in cui il crimine è il baricentro dell’azione stessa dell’essere, viene qui esposta, la quintessenza della gnosi del boudoir, in cui l’omicidio quale culmine del perfezionamento di ogni civiltà è, a monte, il motore primo della natura matrigna e fondamento del processo della vita stessa, in cui nulla si distrugge ma tutto si trasforma in una metempsicosi infinita della materia, dove il morto di oggi non è che linfa della vita di domani.

Scopri anche la COMBO MOSTRI in cui potrai avere sangue, morte e drag, tutto in uno!

Pagine
88
Formato
10 x 17
Rilegatura
Brossura in filo refe blu
ISBN
979-12-810160-6-4
Collana
Mostri

L'autore

François de Sade (1740-1814) è noto come «il divin marchese» e arcinoto per la sua condotta immorale. Accusato di empietà, oscenità e perversione in seguito alla pubblicazione del romanzo Juliette, venne dapprima imprigionato e poi rinchiuso nell’ospedale dei pazzi di Charenton, dove morì.

LEGGI UN ESTRATTO